Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Formatosi nel 1933 (anno di nascita dell’omonimo Festival) sotto la guida di Andrea Morosini, si qualifica come uno dei più prestigiosi complessi vocali italiani nell’ambito sia dell’attività lirica che di quella sinfonica. A Morosini subentrano Adolfo Fanfani, Roberto Gabbiani, Vittorio Sicuri, Marco Balderi, José Luis Basso e, dal novembre 2004 al dicembre 2012, Piero Monti. L’attività del Coro si è sviluppata anche nel settore della vocalità da camera e della musica contemporanea, con importanti prime esecuzioni di compositori del nostro tempo quali Penderecki, Dallapiccola, Petrassi, Nono e Bussotti. Particolarmente significativa la collaborazione con grandi direttori quali Mehta, Muti, Claudio Abbado, Giulini, Bartoletti, Gavazzeni, Sawallisch, Prêtre, Chung, Ozawa, Bychkov, Sinopoli. Negli ultimi anni il Coro amplia il proprio repertorio alle maggiori composizioni sinfonico-corali classiche e moderne, eseguendo fra l’altro, in lingua originale, Moses und Aron di Schönberg. Partecipa alle più importanti tournées sia con l’Orchestra del Maggio che come complesso autonomo e canta Turandot in forma di concerto, con grandi elogi della critica, con la Israel Philharmonic a Tel-Aviv e Haifa con Mehta: la stessa opera viene eseguita a Pechino nella Città Proibita nel ‘98, insieme alla Messa da Requiem di Verdi. La disponibilità e la capacità di interpretare lavori di epoche e stili diversi in lingua originale sono caratteristiche che hanno reso il Coro del Maggio fra le compagini più duttili e apprezzate dai direttori d’orchestra e dalla critica nel panorama internazionale, e fra i protagonisti anche di particolari ed importanti ricorrenze artistiche e civili. Nel 2003 vince con Renée Fleming il Grammy Award per il cd Belcanto. Nel settembre 2006 è stato protagonista della terza, applauditissima tournée in Giappone del Maggio Musicale Fiorentino, e nel 2007 ha chiuso con un memorabile concerto dedicato ad operisti italiani l’“Anno dell’Italia in Cina”. Ha avviato una virtuosa ed intensa collaborazione con Lorin Maazel e la Symphonica Toscanini, eseguendo il Requiem di Verdi a Busseto, in Marocco, a Venezia e a Gerusalemme, Aida in forma di concerto in tournée in Sud America e sul Lago Maggiore, nell’ambito delle celebrazioni toscaniniane e la Nona Sinfonia di Beethoven a Roma e al Parlamento europeo a Bruxelles. Negli ultimi anni ha sviluppato un’intensa collaborazione con Ravenna Festival e Riccardo Muti, prendendo parte alle Vie dell’amicizia con concerti in Tunisia, Marocco, Spagna, Roma, Atene e Sarajevo, nonché con l’Orchestra Regionale Toscana e la Camerata Strumentale di Prato, incrementando così la sua presenza anche sul territorio toscano. Nel 2011 partecipa alla quarta tournée del Maggio in Giappone, dove esegue Tosca e La forza del destino, mentre, nel Maggio 2011, interpreta Ein deutsches Requiem di Johannes Brahms, diretto da Zubin Mehta con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Nell’autunno 2011 inaugura a Torino la rassegna MITO Settembremusica, con la Sinfonia dei Mille di Gustav Mahler, diretta da Gianandrea Noseda, ripresa anche a Rimini. Dal gennaio 2013 Maestro del Coro è Lorenzo Fratini.

Lorenzo Fratini, nato a Prato nel 1973, è diplomato in composizione, composizione polifonica vocale, musica corale e direzione di coro, strumentazione per banda e clarinetto presso i Conservatori di Bologna, Ferrara, Firenze e Milano dove ha compiuto anche gli studi di canto e direzione d’orchestra.
Ha frequentato vari corsi di direzione d’orchestra tenuti da Gustav Kuhn, Gianluigi Gelmetti e Piero Bellugi e di direzione di coro con Roberto Gabbiani, Fabio Lombardo, Andrew Lawrence King e Diego Fasolis.
Ha tenuto vari concerti come direttore d’orchestra con l’Orchestra Regionale Toscana,  l’Orchestra della Radio di Bucarest, l’Orchestra del Teatro di Cluj–Napoca, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, l’Orchestra del Teatro “Verdi” di Trieste, l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna.
Ha inciso per la casa DIAPASON vari CD tra i quali uno con musiche di autori del Novecento in prima esecuzione assoluta, uno con musiche di Mozart ed uno con Die Schöpfung di Haydn.
Nel 2003 è stato invitato, unico docente italiano, al Festival Internazionale Europa Cantat a Barcellona dove ha tenuto un corso sui cori d’opera con concerto finale nel Gran Teatro del Liceu. Ha insegnato presso il Conservatorio “Verdi” di Milano, il Conservatorio “Tartini” di Trieste e l’Università di Siena. Alla Suntory Hall di Tokyo, ha curato la preparazione del coro per la messa in scena di Turandot, primo maestro di coro italiano a istruire un coro giapponese.
Dopo un breve periodo al Teatro Carlo Fenice di Genova, dal 2004 al 2010 è Maestro del Coro della Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste. Ha diretto, tra l’altro, Carmina Burana al Parco di Miramare, Ein Sommernachtstraum di Mendelssohn al Mittel Fest di Cividale nella versione integrale con la voce recitante di Moni Ovadia, Die Schöpfung di Haydn nella Stagione Sinfonica 2006, la Messa di Gloria di Puccini, Il paese dei campanelli, titolo inaugurale del Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste del 2007, un concerto con musiche di autori d’opera italiani alla presenza del Presidente della Repubblica in visita a Trieste, le opere Madama Butterfly nella Stagione Lirica e Andrea Chénier presso il Sejong Art Center di Seoul.
Da gennaio 2011 al dicembre 2012 ha assunto la direzione del Coro del Teatro Comunale di Bologna, dove ha diretto l’Orchestra ed il Coro nel Peer Gynt di Grieg nella Stagione 2011 de “L’Altro Comunale” e Ein Sommernachtstraum di Mendelssohn per “Bologna Estate 2011”. Ha inoltre recentemente eseguito per il Bologna Festival, nella sezione Il Nuovo-L’Antico, un concerto con musiche di Coppini-Monteverdi, Marenzio, Palestrina, Pizzetti, uno con musiche di Bach e Schönberg e nella Stagione Sinfonica la versione con orchestra della Petite Messe Solennelle di Rossini.
È stato Maestro del Coro per due estati al Rossini Opera Festival, collaborando alla produzione del Mosè in Egitto vincitrice del Premio Abbiati. Ha lavorato con celebri direttori d’orchestra fra i quali si ricordano Daniel Oren, Lorin Maazel, Cristoph Eschenbach, Wayne Marshall, Nello Santi, Pinchas Steinberg, Roberto Abbado e Nicola Luisotti. Ha eseguito in prima assoluta, lavorando direttamente con gli autori, lavori di Fabio Vacchi, Giampaolo Coral, Randall Meyers, Tan Dun e Arvo Pärt. È stato invitato più volte come Maestro del Coro dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

Soprani
Sabrina Baldini, Antonella Bandelli, Tiziana Bellavista, Maria Cristina Bisogni, Silvia Capra, Gabriella Cecchi , Elizabeth Chard , Giovanna Costa, Ruth Anna Crabb, Eloisa Deriu, Elisabetta Ermini, Rosa Galassetti, Silvia Giovannini, Laura Lensi, Daniela Losi, Barbara Marcacci, Monica Marzini, Marina Mior, Cristina Pagliai, Sarina Rausa, Giulia Tamarri, Ginko Yamada

Mezzosoprani
Consuelo Cellai, Sabrina D'Errico, Simonetta Lungonelli, Livia Sponton, Nadia Sturlese, Barbara Zingerle

Contralti
Silvia Barberi, Teodolinda De Giovanni, Cristiana Fogli, Maria Rosaria Rossini, Patrizia Tangolo

Tenori
Jorge Ansorena, Fabio Bertella, István Bogati, Riccardo Caruso, Davide Cusumano, Massimiliano Esposito, Fabrizio Falli, Saulo Diepa Garcia, Grant Richards, Leonardo Melani, Carlo Messeri, Enrico Nenci, Giovanni Pentasuglia, Leonardo Sgroi, Davide Siega, Andrea Antonio Siragusa, Valerio Sirotti, Riccardo Sorelli, Mauro Virgini, Hiroki Watanabe

Baritoni
Nicolò Ayroldi, Claudio Fantoni, Lisandro Guinis, Bernardo Romano Martinuzzi, Giovanni Mazzei, Antonio Menicucci, Egidio Naccarato, Vito Roberti, Enrico Rotoli, Alberto Scaltriti

Bassi
Diego Barretta, Nicola Lisanti, Salvatore Massei, Roberto Miniati, Antonio Montesi, Marco Perrella, Alessandro Peruzzi, Pietro Simone, Marcello Vargetto


Altro Maestro del Coro
Leonardo Andreotti

Segretario organizzativo
Alessandra Vestita

 

Aggiornato al 15 ottobre 2013