La serva padrona

Opera

La serva padrona

Giovanni Battista Pergolesi
from 8 to 16 November
Teatro Goldoni (Firenze)
0 Tweet
33 Like

La serva scaltra e il vecchio gabbato

Direttore Massimiliano Caldi

Regia Curro Carreres

ripresa da Silvia Paoli

Scene e costumi Raffaele Del Savio

 

Uberto Davide Bartolucci

 Donato di Gioia (9, 14, 16*)

Serpina Lavinia Bini

 Sonia Peruzzo (9, 14, 16*)

Vespone Alessandro Riccio

 

 Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino


Produzione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
in collaborazione con Maggio Fiorentino Formazione

* recite per le scuole

Teatro Goldoni
Venerdì 8 novembre 2013, ore 20.30
Sabato 9 novembre, ore 16.30*
Sabato 9 novembre, ore 20.30
Domenica 10 novembre, ore 15.30
Giovedì 14 novembre, ore 10.00*
Venerdì 15 novembre, ore 10.00*
Sabato 16 novembre, ore 16.30*

* recite per le scuole

Uberto è un vecchio scapolo tiranneggiato dalla giovane servetta Serpina assai riluttante ad obbedire ai suoi ordini. A seguito di un’ennesima prepotenza e deciso ad impedire che, come egli teme, Serpina da serva divenga padrona, Uberto incarica il servo Vespone di cercargli una moglie, anche “arpia”, così da non essere più soggetto ai capricci della ragazza. Serpina approva la decisione del padrone di accasarsi e si propone come moglie: Uberto rifiuta sdegnosamente anche se, in cuor suo, paventa che la giovane riesca a farsi sposare da lui. Serpina, comprendendo perfettamente che il vecchio ha un debole per lei, si finge pentita e, d’accordo con Vespone, dichiara di aver trovato un marito, tale capitan Tempesta; quindi descrive a fosche tinte il carattere del futuro sposo, violento e collerico, tanto che Uberto, commosso e preoccupato per la triste sorte che attende la giovane, accetta di cono­scere il terribile militare. Serpina introduce il capitano, che altri non è se non Vespone travestito: interrogato da Uberto non profferisce parola, limitandosi a mantenere un’aria corrucciata ed esprimendosi a gesti. La giovane, tratto in disparte il padrone, gli confida che il capitano, per sposarla, vuole da Uberto una dote: al secco rifiuto di questi, Tempesta-Vespone finge di montare in collera. Uberto si spaventa, ma non vuol cedere. Serpina riferisce l’ultima proposta del capitano: o la dote o sia Uberto a sposare la ragazza. Il vecchio capitola senza opporre più resistenza: sposerà la sua Serpina, come entrambi, in cuor loro, avevano sempre saputo.

Indichiamo alcune delle più significative edizioni dell'opera reperibili in CD e DVD. La discografia completa, a cura di Giuseppe Rossi, è pubblicata nel programma di sala.

 

1950 Alfredo Simonetto - Angelica Tuccari - Sesto Bruscantini - Orchestra Sinfonica di Milano della Rai - Cetra LP / Fonit Cetra CD

1954 Carlo Maria Giulini - Rosanna Carteri - Nicola Rossi-Lemeni - Orchestra del Teatro alla Scala di Milano - EMI LP / Urania CD

1960 Renato Fasano - Renata Scotto - Sesto Bruscantini - I Virtuosi di Roma - Ricordi Orizzonte LP / RCA CD

1986 Pál Németh - Katalin Farkas - József Gregor - Capella Savaria - Hungaroton CD

1996 Sigiswald Kuijken - Patricia Bicciré - Donato Di Stefano - La Petite Bande - Accent CD / TDK DVD

1997 Marcello Panni - Elisabetta Scano - Bruno De Simone - Orchestra Filarmonica Marchigiana - Bongiovanni CD

2006 Marco Dallara - Federica Zanello - Michele Govi - Ensemble Regia Accademia - Tactus CD